Vai al contenuto

Le novità di Apple: Intelligenza Artificiale e iOS 18

Apple, la società di tecnologia con sede a Cupertino, è nota per le sue innovazioni rivoluzionarie. Quest’anno, ha annunciato importanti aggiornamenti relativi all’intelligenza artificiale (AI) e al suo sistema operativo mobile, iOS 18.

Apple Intelligence: Un salto avanti nell’IA

Apple ha presentato il suo primo sistema di intelligenza artificiale sviluppato internamente, chiamato Apple Intelligence.

Questo sistema combina la potenza dei modelli generativi con il contesto personale per fornire informazioni utili e pertinenti. È integrato in iOS 18 e sfrutta la potenza di Apple Silicon per la comprensione di testo e immagini.

Apple Intelligence è progettato per proteggere la privacy dell’utente, mantenendo l’elaborazione dei dati sul dispositivo. Questo approccio on-device offre vantaggi in termini di velocità e privacy, distinguendosi da altri sistemi di intelligenza artificiale che eseguono l’elaborazione su server remoti.

I punti di forza di iOS 18: Personalizzazione e Potenza

iOS 18 introduce nuove opzioni di personalizzazione, rendendo l’iPhone e Siri in particolare, ancora più personale, potente e intelligente.

Tra le novità più attese, ci sono:

  • Personalizzazione della schermata Home: Gli utenti possono organizzare app e widget in qualsiasi spazio libero della schermata Home.
  • Redesign dell’app Foto: Le librerie di immagini sono organizzate automaticamente in una vista unica, e nuove raccolte permettono di avere a portata di mano gli scatti preferiti.
  • Miglioramenti in Mail: Mail sfrutta l’intelligenza on-device per raggruppare le email per categoria e semplificare la gestione della posta in entrata.
  • Messaggi via satellite: L’app Messaggi ora permette di comunicare via satellite in assenza di rete cellulare o Wi-Fi.

Apple Intelligence trasforma l’esperienza iPhone

Apple Intelligence, il rivoluzionario sistema di intelligenza personale integrato in iOS 18 e progettato intorno alla privacy, offre nuovi modi per ottimizzare la scrittura e comunicare con maggiore efficacia. Con i nuovissimi Writing Tools disponibili iOS 18 a livello di sistema, l’utente può rielaborare, rivedere e sintetizzare il testo in pressoché qualsiasi app, tra cui Mail, Note, Pages e altre app di terze parti.

Nuove funzioni creative moltiplicano le opzioni per comunicare ed esprimersi

Con Image Playground, l’utente può creare immagini divertenti in pochi secondi scegliendo fra tre stili diversi: animazione, illustrazione e schizzo. Image Playground è semplice da usare, essendo integrata in app come Messaggi, ed è anche disponibile in un’app dedicata.

Ricordi in Foto permette di creare la storia che si preferisce semplicemente inserendo una descrizione

Apple Intelligence selezionerà le foto e i video che meglio rispecchiano la descrizione, strutturerà la storia in capitoli in base ai temi identificati nelle foto, e riorganizzerà il tutto in un film con un proprio filo narrativo. Inoltre, grazie al nuovo strumento Clean Up, si possono rimuovere gli oggetti indesiderati dallo sfondo, senza correre il rischio di alterare il soggetto.

Grazie alla potenza di Apple Intelligence, Siri fa un grande passo avanti

Diventando ancora più personale, naturale e contestualmente pertinente. L’utente può scrivere a Siri e passare dal testo alla voce per comunicare con Siri nel modo che si ritiene più opportuno a seconda del momento.

Con Private Cloud Compute, Apple definisce un nuovo standard di privacy nell’ambito dell’intelligenza artificiale

Con la possibilità di rendere flessibile e aumentare la capacità computazionale alternando l’elaborazione on-device a modelli più grandi basati su server dedicati con chip Apple. Quando le richieste vengono indirizzate verso Private Cloud Compute, i dati non vengono archiviati né resi accessibili ad Apple, vengono usati esclusivamente per rispondere a tale richiesta ed esperti indipendenti possono verificare questa promessa di privacy.

Inoltre, l’accesso a ChatGPT è integrato in Siri e nei Writing Tools integrati a livello di sistema sulle varie piattaforme Apple, così l’utente potrà accedere direttamente alle sue capacità di comprensione delle immagini e dei documenti senza dover passare da uno strumento all’altro.

Altre funzioni di iOS 18

  • Chi usa Mappe di Apple può esplorare migliaia di sentieri nei parchi nazionali degli Stati Uniti e creare facilmente itinerari personalizzati e consultabili anche offline. Può salvare percorsi preferiti, itinerari personalizzati e luoghi di interesse nella nuova Places Library e aggiungere per ciascuno le sue note personali.
  • La modalità gioco offre un gameplay ottimizzato, soprattutto durante lunghe sessioni di gioco, grazie a frame rate più costanti, e rende gli accessori wireless come gli AirPods e i controller incredibilmente reattivi.
  • Apple Pay offre nuove opzioni di pagamento, come la possibilità di riscattare premi o scegliere il pagamento a rate con alcune carte di credito o debito.5 Con Tap to Cash, l’utente può inviare e ricevere Apple Cash semplicemente avvicinando il suo iPhone a quello di un’altra persona.6 I biglietti salvati in Apple Wallet arricchiscono l’esperienza di chi ama la musica, mettendo a portata di mano le informazioni principali sugli eventi, come l’indirizzo dello stadio, le playlist di Apple Music consigliate e tanto altro.
  • Usando SharePlay con Apple Music, più persone possono controllare la musica diffusa da HomePod, Apple TV o qualsiasi altoparlante Bluetooth, e ascoltare musica in compagnia diventa ancora più divertente e coinvolgente.
  • L’esperienza AirPods diventa ancora più personale, privata e utile grazie alle interazioni con Siri, che consentono a chi usa gli AirPods Pro (seconda generazione) di rispondere agli avvisi di Siri annuendo per dire sì o scuotendo la testa per dire no. Per una qualità delle chiamate ancora superiore, sugli AirPods Pro arriva la modalità “Isolamento vocale”, così la voce di chi parla si sente sempre nitida, anche negli ambienti rumorosi o quando c’è molto vento. Inoltre, gli AirPods ora forniscono anche la migliore latenza audio in wireless mai offerta da Apple nel gaming mobile, e l’audio spaziale personalizzato per un gameplay ancora più immersivo.
  • Quando si scrive una formula o un’equazione nell’app Note, la funzione Math Notes la risolve all’istante. E grazie alle nuove sezioni richiudibili e alle opzioni di evidenziazione, è più facile mettere in risalto le cose importanti.
  • Nell’app Diario, una nuova vista di approfondimento aiuta a monitorare gli obiettivi di scrittura, e con le nuove opzioni per cercare e ordinare i contenuti è più facile rivivere i propri ricordi. Il tempo dedicato a scrivere il diario può essere salvato come pratica di mindfulness nell’app Salute, e l’utente può tenere traccia del suo stato d’animo direttamente nell’app Diario. Il nuovo widget di Diario consente di accedere rapidamente all’app dalla schermata Home o di blocco, le registrazioni audio vengono trascritte automaticamente e le varie annotazione si possono esportare e stampare.
  • Calendario diventa ancora più utile mostrando anche gli eventi e le attività in Promemoria. L’utente può creare, modificare e completare i promemoria direttamente da Calendario, e la nuova vista del mese offre una panoramica a colpo d’occhio su eventi e attività.
  • Nell’app Salute, la cartella clinica è stata ripensata per consentire a chi presta le prime cure di accedere più facilmente alle informazioni mediche in caso di emergenza. Inoltre, l’app Salute aiuta a comprendere meglio i dati nel corso di una gravidanza facendo aggiustamenti e offrendo consigli in base a come evolve la salute fisica e mentale.
  • Emergency SOS Live Video consente di condividere maggiori informazioni tramite video in streaming e contenuti multimediali registrati. Quando viene effettuata una chiamata di emergenza, il personale di soccorso può richiedere all’utente di condividere un video in diretta o le foto sul suo telefono tramite connessione sicura, per offrire l’assistenza necessaria in modo più semplice e veloce.
  • L’app Casa introduce l’accesso per gli ospiti, che offre la possibilità di consentire ad altre persone di controllare alcuni accessori smart home, di definire gli orari in cui gli ospiti possono accedere all’app e molto altro. Per entrare in casa facilmente, la tecnologia Ultra Wideband consente di aprire le serrature compatibili all’istante e senza usare le mani, non appena ci si trova a due metri dalla porta. Grazie agli aggiornamenti apportati alla categoria Energia, in alcuni casi l’app Casa semplifica l’accesso, la comprensione e le decisioni riguardanti i consumi elettrici.
  • Le nuove funzioni per l’accessibilità includono Eye Tracking, un’opzione integrata per controllare iPhone usando soltanto gli occhi; Music Haptics che permette alle persone sorde o ipoudenti di “sentire” la musica usando il Taptic Engine su iPhone; e Vocal Shortcuts, che consente all’utente di eseguire attività riproducendo un suono personalizzato.

Disponibilità di iOS 18 e di Apple Intelligence

Apple Intelligence sarà disponibile in beta questo autunno su iPhone 15 Pro, iPhone 15 Pro Max, iPad e Mac con M1 e modelli successivi.

iOS 18 sarà rilasciato in autunno. Ma in Italia la vedremo nel 2025.

Con l’introduzione di Apple Intelligence e iOS 18, Apple continua a spingere i confini dell’innovazione, offrendo esperienze intuitive, potenti e immediatamente utili che trasformeranno l’esperienza iPhone, mettendo sempre la privacy al primo posto.

Le reazioni di Elon Musk

Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX, ha espresso forti critiche nei confronti di Apple dopo l’annuncio della collaborazione tra Apple e OpenAI. Musk ha minacciato di vietare l’uso dei dispositivi Apple in tutte le sue aziende.

Le ragioni del suo dissenso sono principalmente legate a questioni di sicurezza e privacy. Musk ha definito l’integrazione del software tra Apple e OpenAI come una “violazione di sicurezza inaccettabile”.

Musk ha espresso preoccupazione per il fatto che Apple e OpenAI possano realmente proteggere le informazioni degli utenti.

Musk ha criticato Apple per non essere in grado di creare la propria IA, ma ha affermato che è in qualche modo in grado di garantire che OpenAI proteggerà la sicurezza e la privacy degli utenti. Ha specificato che i dispositivi Apple sarebbero banditi se l’azienda “integra OpenAI a livello di sistema operativo”.

In risposta a un post del CEO di Apple, Tim Cook, Musk ha minacciato di bandire i dispositivi Apple dai locali delle sue aziende se Cook non decide di “fermare questo spyware inquietante“.

Musk ha aggiunto che i visitatori delle sue aziende saranno invitati a lasciare i loro dispositivi Apple all’ingresso in una camera speciale che ne oscura il collegamento con l’esterno.

In sintesi, le preoccupazioni di Musk riguardano principalmente la protezione della privacy e della sicurezza dei dati degli utenti nel contesto dell’integrazione di OpenAI nei dispositivi Apple.

Ma è proprio così? Le altre possibili ragioni del dissenso di Elon Musk

In realtà è noto che Elon Musk ha fondato una nuova società di intelligenza artificiale chiamata xAI.

Questa società include diversi ingegneri che hanno lavorato in aziende come OpenAI e Google.

Musk ha assunto circa una dozzina di ingegneri e ricercatori da Google, Microsoft e OpenAI per aiutarlo a gestire xAI, con sede a San Francisco.

La soluzione di Musk per l’intelligenza artificiale si basa sulla creazione di un modello di intelligenza artificiale chiamato Grok, che è in grado di comprendere il linguaggio naturale e di produrre testi come farebbe un essere umano.

Grok è stato reso open source, il che significa che il suo codice sorgente sarà accessibile a chiunque voglia consultarlo.

Chiunque potrà usarlo e modificarlo, gratuitamente, per adattare l’intelligenza artificiale sviluppata da xAI ai propri scopi.

L’addio di Musk a OpenAI

Per quanto riguarda le ragioni del suo addio a OpenAI, Musk ha citato potenziali conflitti di interesse come motivo principale della sua partenza. Essendo CEO sia di Tesla che di SpaceX, riteneva che il suo coinvolgimento con OpenAI potesse creare la percezione che avesse troppa influenza sullo sviluppo dell’IA.

Questo potrebbe portare a preoccupazioni riguardo alla monopolizzazione e al bias nella ricerca sull’IA. Inoltre, Musk ha accusato OpenAI di aver abbandonato la sua missione originaria di sviluppare modelli di IA a beneficio dell’umanità e senza fini di lucro.

Secondo Musk, OpenAI ha violato il suo accordo di fondazione.

Ha anche affermato che OpenAI è stata trasformata in una sussidiaria de facto di Microsoft, la più grande azienda tecnologica del mondo.

In sintesi, la soluzione di Musk all’IA si basa sulla creazione di un’IA open source attraverso la sua nuova società, xAI, mentre le sue ragioni per lasciare OpenAI sono legate a potenziali conflitti di interesse e alla percezione che OpenAI abbia abbandonato la sua missione originaria..

La mia personale chiva di lettura

Secondo la mia personale opinione le ragioni del dissenso di Elon Musk sono molto probabilmente da ricercare nel fatto che con la sua soluzione di Intelligenza Artificiale proprietaria egli mirasse ad essere lui il partner tecnologico di Apple.

Staremo a vedere nei prossimi mesi come evolverà questo conflitto tra titani.

author avatar
Roberto Bernabò
0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
error: © Copyright
0
Mi piacerebbe conoscere il tuo parere, per favore commenta.x